La Lega Navale di Giulianova ha condotto, per la prima volta in Abruzzo, una regata con le classi paralimpiche Hansa 303 e 2.4 m.R.

Domenica 29 giugno, presso il porto di Giulianova, si è svolta la regata paralimpica che ha visto la partecipazione di svariati equipaggi provenienti da associazioni sportive veliche del medio Adriatico che svolgono attività con le classi Hansa 303 e Hansa 2.4 m.R .
La regata è stata inquadrata come regata di club aperta a più classi al fine di coinvolgere il maggior numero di soggetti possibile ed è stata organizzata come evento promozionale per mostrare quanto le discipline paralimpiche possano essere coinvolgenti e quanto la Vela sia, più di altri sport, aperto ad una competizione che mette tutti gli atleti sullo stesso piano.
Forti dell’esperienza maturata nel 2021 con l’atleta Iwan Piccioni ed incoraggiati dal presidente dell’associazione Liberi nel Vento, Daniele Malavolta, a febbraio è stata pensata questa manifestazione con lo scopo di promuovere la realizzazione di un impianto sportivo vela paralimpico al porto di Giulianova. Da tempo infatti si parla di un miglioramento delle infrastrutture sportive del porto di Giulianova ma ad oggi, nonostante l’impegno di Ente Porto e Lega Navale Italiana, ancora non si è riusciti a rispondere a questa forte esigenza.
Per supplire alla mancanza di un impianto idoneo, il comitato organizzatore ha dovuto creare una sinergia tra vari soggetti operanti sul porto di giulianova ed è stato soprattutto grazie all’Associazione Canottieri Giulianova ed alla ditta F.lli Attanasii Servizi Portuali s.n.c. che è stato possibile creare le condizioni per superare le limitazioni strutturali.
In particolare la ditta F.lli Attanasii Servizi Portuali s.n.c. si è occupata, pro bono, del varo e dell’alaggio delle imbarcazioni di classe Hansa 2.4 m.R. Queste sono imbarcazioni a chiglia fissa che pesano circa Kg 250 ed è necessario avere una gru per poterle movimentare. Il pontile dell’Associazione Canottieri Giulianova è stato invece indispensabile per il trasferimento degli atleti dalla carrozzina alle imbarcazioni.
Alle 10.30 è stato fatto il briefing di sicurezza, il presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre è intervenuto per un saluto agli atleti e per evidenziare l’ottimo lavoro svolto dal Movimento Paralimpico e dalla Lega Navale di Giulianova, orgoglioso del fatto che a Giulianova si sia svolta la prima regata di classe paralimpica della IX Zona Fiv Comitato Regionale – Abruzzo e Molise.
Alle 10.45 gli equipaggi sono scesi in acqua. Dal punto di vista velico sportivo l’evento è stato un successo, grazie anche alle condizioni meteo marine ottimali che hanno visto un vento costante di 7 nodi da greco. Le 13 imbarcazioni in acqua: due 2.4 mR, quattro Laser 4.7 e sette Hansa 303, di cui quattro in singolo e tre in doppio. Tre i circoli nautici che si sono affrontati: ASD Liberi nel Vento, LNI Giulianova e LNI San Benedetto del Tronto.
Sono state disputate 3 prove abilmente condotte dal Comitato di Regata presieduto dal UDR Nicola Rapino. Tutte le prove hanno visto dominare gli atleti di Liberi nel vento nelle classi paralimpiche.
Alla premiazione sono intervenuti il vice presidente dell’Ente Porto Fabrizio Bonaduce, l’Assessore allo Sport del comune di Giulianova, Livio Persiani, il comandante della Guardia Costiera di Giulianova, Daniela Sutera, ed il presidente del Comitato Paralimpico Abruzzese, Mauro Sciulli.
Molti apprezzamenti all’evento ed al lavoro svolto dalla Lega Navale di Giulianova sono stati fatti anche dal Presidente della Lega Navale di San Benedetto del Tronto, Adele Mattioli, e dal vice presidente della IX Zona FIV, Alessandra Berghella.